Logo Fara Editore Fara Editore home - fara - catalogo - news - scrivi - farapoesia
L'universo che sta sotto le parole

La giuria del concorso Narrapoetando 2022

V edizione 2022

vai al bando

 


Alberto Fraccacreta

Alessandro Burrone

Angela Colapinto

Giovanna Passigato

Giuseppe Moscati

Francesco Di Sibio

***

Colomba Di Pasquale

Eleonora Rimolo

Filippo Amadei

Francesco Filia

Gregorio Iacopini

Raffaela Fazio

 

Sezione narrativa/saggistica

Alberto Fraccacreta (San Severo 1989) è assegnista di ricerca in Letteratura italiana contemporanea presso l’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo. Collabora con vari quotidiani nazionali. Nel novembre del 2020 per Transeuropa ha pubblicato il volume di poesie Sine macula che raccoglie Uscire dalle mura e Basso Impero (Raffaelli 2012 e 2016) e altri versi in cui si vela e si svela Delia, una presenza femminile sempre desiderata, salvifica eppure sfuggente. Con Spin doctor ha vinto il Narrapoetando 2021. Grazie al magazine letterrario Succede oggi ha ricevuto il Premio Ceppo Leone Piccioni 2021 per la Saggistica Under 35.

Alessandro Burrone (1994) è cresciuto tra Torino e Cigliano (VC), dove attualmente vive e lavora. Si è specializzato nello studio della lingua e della cultura cinese all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e alla Università di Lingua e Cultura cinese di Pechino. In seguito, ha conseguito una doppia laurea magistrale in Storia e affari internazionali presso l’Università di Pechino e la London School of Economics and Political Science. Coltiva sin dai tempi del liceo l’arte e la letteratura, per le quali invece — fortunatamente — i dati biografici hanno ben poca importanza. 

Angela Colapinto nasce nel 1979 a Bologna. Artista e danzatrice, si occupa di fotografia, pittura e ceramica. Per otto ore al giorno lavora in un ambito che non ha nulla a che vedere con la scrittura. Ha ripreso in mano questa antica passione da diversi anni e ne ha fatto più di un semplice passatempo. Le capita spesso di perdersi nei suoi pensieri e di ritrovarsi a inventare storie di cui è la protagonista. C’è qualcosa di più divertente e creativo che immaginarsi la protagonista di tanti, diversi e infiniti racconti? Non ricorda quando ha iniziato a farlo, forse è un’abitudine che ha da sempre e non riesce a immaginare quando smetterà. Forse mai. Le piace giocare con la vita, con i ricordi e con le situazioni ma soprattutto con sé stessa. Tra i vincitori del concorso Come farfalle diventeremo immensità 2017, con la raccolta di racconti Paura si è classificata prima al Faraexcelsior 2018. Nello stesso anno ha pubblicato con Jona Editore il romanzo Il detestario; nel 2021 esce il suo secondo romanzo La Compagnia edito da Booktribu.

Nata e cresciuta nella Bassa veronese, Giovanna Passigato si è laureata in Giurisprudenza a Bologna dove ha lavorato per lungo tempo all’Università. Ha pubblicato: Rappresentazione per le feste di Natale in una città della Pianura padana (Manni 2003); la raccolta di racconti Una lettera dalla nebbia (Perdisa 2004, premio Todaro Faranda); il romanzo Il viaggio del Re morto (Bononia University Press 2006, premio Todaro Faranda, Fondazione CaRisBo); Il paese infinito (Bacchilega 2007). La raccolta di racconti Storie di Nueva Tijuana ha vinto il Concorso Narrapoetando 2018.

Giuseppe Moscati (Rieti, 1973), dottore di ricerca in Filosofia e Scienze umane, è formatore sui temi della pace, del disarmo e della cooperazione internazionale. Presidente della Fondazione Centro studi A. Capitini di Perugia, responsabile della Biblioteca Neoumanistica della Fondazione Cucinelli di Solomeo (PG), a lungo redattore e tuttora autore del quindicinale culturale “Rocca” (1941), scrive per giornali e riviste. Curatore di opere, tra le quali L’uomo plasma se stesso. Pensieri su felicità, buon senso e libera ragione di G.C. Lichtenberg (Castelvecchi 2017), è autore di numerosi volumi, tra cui: Maestri del nostro tempo (con S. Cazzato, Cittadella 2007), Sandro Penna e Vittorio Bodini. Tracce di una compresenza poetica (Morlacchi 2010), R come responsabilità (Cittadella 2012) e La lumaca Maggiolina. Fiaba per i piccoli, ma anche un po’ per i grandi (Midgard 2018). Per Fara è autore, con P. Protopapa, di Etica e Politica. Prove di dialogo sulla democrazia (2018).

Francesco Di Sibio, irpino nato a Pontedera (PI), vive a Frigento (AV). Il suo primo romanzo, Qualcosa si è rotto, è un e-book (Passerino Editore, Gaeta – 2015). Ha pubblicato Punto e virgola (Fara Editore, Rimini – 2016) una raccolta di racconti, prima classificata al concorso letterario Faraexcelsior 2016. Nel dicembre 2019 ha messo in scena come autore e regista un suo monologo Spirito e sapienza. Il canonico Marciano De Leo. Suoi testi poetici sono stati pubblicati in diverse antologie. Nel maggio 2020 sono usciti i racconti Cosa vuoi che sia una anno, vincitori al concorso Narrapoetando.


Sezione poesia

Colomba Di Pasquale, insegna Scienze giuridico-economiche all’I.I.S. “E. Mattei” di Recanati dove risiede. Con Del Monte Editore ha pubblicato Viaggio tra le parole nel 2006 e con Nicola Calabria Editore Una vita altrove nel 2007. Nel 2008 con Fara Editore pubblica Il resto a voce. Nel 2010 presso Genesi Editore ha pubblicato  Dulcamara con prefazione di Vivian Lamarque; con Fara Editore: Il mio Delta e dintorni, sempre con prefazione di Vivian Lamarque nel 2014, Circostanze certe nel 2017 (Opera vincitrice del concorso Versi con-giurati con il dono della silloge inedita di Anna Ruotolo) e sempre nel 2017 con Nomos Edizioni Poesie minuscole (ebook). Nel 2020 è uscita con Fara la raccolta cartacea di Poesie minuscole (introdotta da Vivian Lamarque e con postfazione di Anna Ruotolo). È presente in diverse antologie e ha conseguito numerosi riconoscimenti e premi sia per la poesia edita che inedita.

Eleonora Rimolo è nata a Salerno e vive a Nocera Inferiore. È Dottore di ricerca in Studi Letterari all’Università di Salerno. Collabora con alcune riviste di Italianistica quali Sinestesie, Misure Critiche, Rassegna Italiana. Ha pubblicato un romanzo (Amare le parole, Litedition 2013), e tre raccolte di poesie: Dell’assenza e della presenza (Matisklo 2013), La resa dei giorni (AlterEgo 2015, Primo Premio “Poesia Giovani Europa in versi 2016”, organizzato dalla Casa della Poesia di Como) e Temeraria gioia (Giuliano Ladolfi Editore 2017, prefazione di Gabriella Sica, I al Premio “Pascoli-L’ora di Barga”, Finalista “Premio Fogazzaro”, III al “Premio Fiumicino”, Premio “Napoli Cultural Classic”, II al Premio “Aoros Valerio Castiello”). I classificata al Premio Ossi di Seppia 2017 (Arma di Taggia) con testi inediti primi anche al Città di Conza 2018. Alcune sue poesie sono state tradotte in spagnolo dal Centro Cultural Tina Modotti e da Mario Pera per la rivista Vallejo&Co, e in brasiliano per la rivista Dottor Cardoso. Dirige la sezione on line della rivista letteraria Atelier e le collane di poesia “Letture Meridiane” e “Aeclanum” di Delta3 Edizioni. Aluni inediti in Vivere l’abbandono (Fara 2021).

Filippo Amadei vive a Forlì, gira l’Italia per lavoro ed è appassionato di sport. Nel 2004 ha vinto la Sezione Giovani del Premio Aldo Spallicci. Ha pubblicato i libri di poesia: La Casa sul Mare (Il Ponte Vecchio 2005), Saperti a Piedi Nudi (Lieto-Colle 2009) e Oltre le Ringhiere (Raffaelli Editore 2014). È il vincitore della prima edizione del Premio Rimini per la Poesia Giovane. Suoi versi sono presenti in numerosi siti letterari, tra i quali: atelierpoesia - griseldaonline - parcopoesiapordenonelegge - farapoesia. È tra i fondatori dell’Associazione Culturale Poliedrica. Con il racconto lungo Enrosadira si è classificato II al Faraecelsior 2017.

Francesco Filia vive a Napoli, dov’è nato nel 1973. Insegna filosofia e storia in un liceo cittadino. Si interessa prevalentemente di filosofia, poesia e critica letteraria. Sue poesie e note critiche sono presenti in numerose riviste e antologie. Ha pubblicato i poemi Il margine di una città (Il Laboratorio, 2008); La neve (Fara 2012), vincitore e finalista di diversi premi nazionali; La zona rossa (Il Laboratorio 2015, con prefazione di Aldo Masullo); la plaquette L’inizio rimasto (Il laboratorio 2017) e la raccolta Parole per la resa (CartaCanta 2017). È redattore di Poetarumsilva. Con L’ora stabilita ha vinto il Faraexcelsior 2019, con Corpo a corpo il Narrapoetando 2020.

Gregorio Iacopini (1996) è nato a Castelfiorentino. Gl’importa della Poesia e della sua Fonte, come diceva Cristina Campo. Fa parte della Scuola di Poesia di Massimiliano Bardotti, con cui pubblica nel 2020 Il colore dei ciliegi da febbraio a maggio, per Fara editore, con prefazione di Filippo Davoli e postfazione di Isabella Leardini. Assieme ad Annalisa Ciampalini, Stefano Cavallaro e Genny Carusi è segretario dell’Associazione culturale Sguardo e Sogno fondata nel 1997 da Paola Lucarini Poggi, attualmente presieduta dallo stesso Massimiliano.

Raffaela Fazio, nata ad Arezzo nel 1971, ha trascorso dieci anni all’estero prima di stabilirsi a Roma, dove lavora come traduttrice. Ha due figli, Juliette e David. Le sue passioni sono, oltre alle lingue, l’iconografia cristiana e la poesia. In questi campi, ha al suo attivo diverse pubblicazioni. Next Stop (Fara 2021) ha vinto il concorso Narrapoetando e ha ricevutp il Marchio Microeditoria di Qualità (al minuto 1:43:40).

Torna all'inizio

 
grafica Kaleidon copyright fara editore