Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo - fariani e kermesse
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

Potete ordinare i nostri libri a info@faraeditore.it con lo sconto del 15% (più 3 euro spese come piego o 6 euro come posta1 in Italia) con bonifico a Edizioni Fara presso RomagnaBanca Rimini IT25 U088 5224 2020 3201 0045 062

Recensioni e segnalazioni

 

Gladys Basagoitia Dazza
El olmo y la vid – L’olmo e la vite

versione spagnola a fronte della stessa Autrice

12,00 pp. 160 (Vademecum 52), novembre 2022
ISBN 978-88-9293-072-8

Prefazione di Alessandro Ramberti

respirare l’infinito insieme / i nostri passi per il bosco di faggi / la nostra materia saliva con gioia / unita ai tronchi colossali / con l’ebbrezza di baciare il cielo / la nostra materia diventava spirito // nel vivere l’ombra ch’era luce / cresceva l’amicizia puro amore / amore riscaldava le nostre anime // vivendo con letizia l’aria fresca / sotto la chioma che filtrava il sole // ho accumulato energia e luce / per vivere l’assenza di chi amo / segrete assonanze nel contemplare / il sacro miracolo della natura / il vivere insieme la bellezza / dell’albero della conoscenza / dell’albero della libertà

Quest’opera poetica canta splendidamente l’amicizia e sa trovare anche negli eventi più drammatici e difficili della vita quell’energia segreta e diffusiva che dona una luce liberante agli angoli oscuri spargendo una empatia che travalica ogni confine.

Gladys Basagoitia Dazza, biologa, è nata a Lima e vive a Perugia. Premiata in Perú, Brasile e Italia, fra le opere: La zarza ardiendo; Peces ebrios (Premio José M. Arguedas, Lima 1969); Otra vez sobre el viento; L’infinito amore; Donna Eros; Selva invisibile; Polifonia; Acquaforte (Fara 2003, Targa Parlamento Europeo Premio Anguillara Sabazia 2004); Mujer Eros; Rêverie (Premio Nuove Scrittrici 2005); Il colore dei sogni (in FaraPoesia, 2005). Con Fara le raccolte bilingui (italiano/spagnolo): La carne / El sueño (Fara 2007, finalista Premio Montano 2008), Danza immobile (Fara 2010, Premio Città di Marineo 2011, Premio Minerva Etrusca, Perugia 2011), Oceano di luce (2013, Premio Camaiore Internazionale 2014), Aurora del rinascere (2014), La via dell’arcobaleno (2015), Empireo della rosa (2016), Il loto della pace (2017), Lealtà dei girasoli (2018), L’eternità dell’amaranto (2019), Le ali dell’occaso (2021); in italiano Finestra cosmica (2012), L’iris della speranza (2017), Splendore di farfalle (2020). Con Vera Lúcia de Oliveira ha scritto la silloge trilingue Radici, innesti, diramazioni (Perugia, 2010). Il romanzo autobiografico Il fiume senza foce (Fara 2009) ha vinto: Premio Città di Salò 2009, Premio Prata P.U. 2009, Premio Anguillara Sabazia 2010. Nel web è presente in farapoesiacasadellapoesiaveraluciadeoliveirafilidaquilone e altrove.

grafica Kaleidon © copyright fara editore