Logo Fara Editore Fara Editore home - fara - catalogo - news - scrivi - faranews
L'universo che sta sotto le parole

I giurati si presentano


 

 

 



 

 


 


 

 

 

 



I giurati dei nostri concorsi

Corrado Giamboni e' nato a Roma nel 1963. Cammina da poco quando si trasferisce a Rimini. Frequenta l'ITIS di Cesena e poi Lettere moderne a Bologna (v. foto del giorno di laurea) e ora insegna. A Bologna conosce Beatrice (con lui nella foto) che sposa nel 1996.
Considera la lettura e la scrittura delle possibilita' di comprensione, di condivisione e di sopravvivenza. Percio' gli piace leggere, scrivere e soprattutto rileggere. Preferisce tornare nei posti anziche' vederne di nuovi, perche' rivedendole sostiene che le cose si vedono meglio. Le realta' nuove pero' lo incuriosiscono. Sostanzialmente indeciso, eclettico e introverso, cerca di fare di queste cose i suoi punti di forza. Benche' intuitivo e istintivo, non si fida delle sensazioni a caldo e della mancanza di metodo. Gli piacerebbe avere un metodo.
Citta' significative: Roma, Rimini, Bologna, Trento, Mantova. Musica: Battiato.
Colore: grigio (ultimamente ha visto un bel film sul grigio). Attrice preferita: indeciso.
Profumo: mandarancio d'inverno.
Con Fara ha pubblicato Il virus dell'elefante (1999). Se si vivesse moltissimo sarebbe lo stesso perche' le cose ad approfondirle non finiscono mai, dice.

Michele Ruele e' nato a Rovereto il 24 febbraio 1964. Diploma Liceo scientifico 1983. Laurea in Lettere moderne 1989, all'Universita' di Bologna. Giornalista pubblicista ha lavorato dal 1989 al 1992 al quotidiano «L'Alto Adige». Ha insegnato "Gestione dell'informazione aziendale" dal 1998 al 2000 presso il corso di Ingegneria informatica dell'Universitą di Trento. Attualmente insegna italiano e latino al Liceo scientifico "Leonardo da Vinci" di Trento e letteratura italiana ai borsisti universitari esteri presso l'Istituto Trentino di Cultura. Scrive articoli di argomento culturale per vari quotidiani. Ha pubblicato:
"Vampe futuriste nelle tenebre antenoree", in Futurismo Veneto, L'editore, Trento, 1991.
Pestavo anch'io sul palcoscenico dei ribelli. Gli scritti letterari di Fortunato Depero, Cucu'libri'-L'editore, Trento/Parma, 1992.
Analisi dei testi letterari, «Quaderni del Liceo Rosmini», Rovereto, 1997.
"Le metamorfosi di Apuleio" in L'insegnamento del latino nei licei, Iprase, Trento, 1999.
"Appunti in margine a un corso di traduzione letteraria" in «Comunicare», Il Mulino/Itc, Bologna/Trento, 1/2001.
E' direttore responsabile delle riviste culturali «Senzatitolo» e «Paragrafi». E' stato socio fondatore e curatore della casa editrice Cucu'libri' dal 1991 al 1994. Ha curato il festival culturale "Senzatitolo" di Rovereto nel 1995 e 1996.
E' presidente dell'associazione culturale "Paragrafi" dal 1999. Ultimamente (19 agosto 2001) ha intervistato Paola Capriolo per il quotidiano «Alto Adige».
Fara ha appena pubblicato le sue Storie di frate Amodeo (v. anche il sito http://digilander.iol.it/AD1700/).

Orfeo Bartolini e' nato a Rimini, 15 aprile 1952. Liceo classico "Terenzio Mamiani", Pesaro. Facolta' di Ingegneria a Bologna, ma senza prendere la laurea. Frequenta (1991-1993) la Scuola di Formazione allo Spettacolo di Rimini, aggiudicandosi la borsa di studio. Lavora in compagnia di giro, in teatro stabile e in proprio. E' attore e autore teatrale. Conosce il Sahara nel 1987, a dorso di cammello, con Jacek Palkiewicz.
1989: prima Transafricana da costa a costa.
Fra il 1990 e il 1992 lavora come guida sahariana per conto di "Kel 12". Percorre oltre 20 mila km di piste.
1994: trascorre un mese fra India e Thailandia, facendo un trekking in foresta a piedi, in elefante e in zattera di bambu' lungo le rapide del fiume Kok (Thailandia).
1995: seconda Transafricana da costa a costa.
1997: viaggio in Algeria, nonostante la guerra civile. Primo reportage pubblicato in prima pagina, sul «Giornale».
1998: terza Transafricana: 13.590 km in 64 giorni.
Ha pubblicato articoli e foto su varie testate: «Il Giornale», «Diario della Settimana», «Cosmopolitan», «Capo Horn». Due libri: A noi due, Africa Nera! (1998) e Capetown-Bellaria. La sfida (1999) con Fara Editore.
Ha fatto vari mestieri: operaio, tecnico teatrale, investigatore privato, albergatore dal 1970 al 1988 nella azienda ereditata dal padre e poi venduta.
Adora le sfide. Ha fondato la Libera Accademia dei Sopravvissuti.

Clementina Sandra Ammendola e' nata a Buenos Aires, Argentina, nel 1963. Se non fosse andata a scuola, a lavorare, alle magistrali, alla facolta' di sociologia, a insegnare ai bambini e agli adulti, ad accudire anziani, a fare l'educatrice in un gruppo famiglia con ragazze adolescenti, a collaborare con associazioni di volontariato, a scrivere poesie e racconti brevi, a frequentare corsi di scrittura creativa in Spagna e in Italia, a partecipare a seminari sulla migrazione e sulla scrittura di migrazione (e' stata premiata dal concorso Eks&Tra - v. le poesie in Mosaici d'inchiostro e Destini sospesi di volti in cammino - e un suo racconto appare in Memorie in valigia), chissa'. Chissa'. Forse per tutto questo scrive e le fa piacere farlo. Un suo racconto e' stato pubblicato nella sezione "Ibridazioni" della rivista Sagarana. Collabora al bollettino telematico vibrisse condotto da Giulio Mozzi.



Alessandro Albani Giovanardi (28 anni) e' nato e vive a Rimini. Sta preparando una tesi in filosofia sull'ermeneutica dell'icona ne "Le Porte Regali" di Pavel Aleksandrovic Florenskij. Si sente molto vicino alla spiritualita' ortodossa ed interessato al dialogo con le tradizioni cristiane orientali. Si occupa di filosofia della religione e dell'arte sacra, legge e scrive poesia, e' giornalista pubblicista di argomenti culturali e collabora all'allestimento di mostre d'arte, curandone l'aspetto filosofico e didattico. Essendo platonico fino al midollo e (per usare un'espressione di Nietzsche) "romantico marcio" non puo' che provare una forte affinita' con la cultura greca antica e medioevale, 'pagana' e cristiana. Gli pare straordinario pensare come Marsilio Ficino nel Quattro-Cinquecento italiano, Hoelderlin e Schelling nell'Ottocento tedesco e Pavel Florenskij nel Novecento russo, abbiano tentato di rifecondare la cultura moderna e contemporanea radicandola presso l'antico fiume ellenico, operando una sintesi straordinaria fra classicismo ed ellenismo (quest'ultimo comprende anche l'originale sintesi greco-indo-buddhista e greco-persiana), fra platonismo e Rivelazione cristiana, fra medioevo occidentale ed orientale.

Marco Tassinari (il primo a destra, foto scattata nell'estate 2000 in Kosovo) e' nato a Padova 76; e' giornalista pubblicista, collabora con il «Mattino di Padova» per il quale segue la cronaca dal sociale e dal terzo settore. E' sistemista in superMega informatica e comunicazione, azienda per la quale cura la sicurezza di rete. E' consulente linux nei laboratori dell'Istituto nazionale di fisica nucleare di Legnaro; studia Ingegneria delle comunicazioni. E' attivo come capo scout (Agesci) e simpatizzante dei Beati i costruttori di pace. Come radioamatore ha nominativo iw3hja. Nel suo ricco sito trovate un corso introduttivo al giornalismo e alcuni racconti che ha scritto: http://www.taffi.it/

 

Paolo Galloni, da poco padre di Alessandro con lui nella foto, e' nato a Langhirano (PR) nel giugno del 1964.
Laureato in Storia medievale all'Università di Bologna (dove ha incontrato i giurati Corrado Giamboni e Michele Ruele), e' autore di diversi articoli pubblicati su riviste specializzate, di un contributo dedicato a "La caccia e i giochi", nel volume collettivo I Normanni popolo d'Europa (Venezia, 1994) e del romanzo di ambientazione altomedievale Donal d'Irlanda. Presso Laterza ha pubblicato: Il cervo e il lupo. Caccia e cultura nobiliare nel Medioevo (1996), Il sacro artefice. Mitologie degli artigiani medievali (1998) e Storia e cultura della caccia (2000).

 


 

 

Alessandro Ramberti (foto scattata nel 1985 a Kunming, Cina) e' nato a Santarcangelo nel 1960. Ha frequentato l'Isituto Tecnico per il Turismo a Rimini, e Lingue Orientali a Venezia. Vincitore di una borsa ministeriale ha frequentato per un anno l'Univerista' Fudan in Shanghai. Dopo il sevizio militare si e trasferito per due anni - grazie a un'altra borsa - all'UCLA per conseguirvi il Master in Linguistica Teorica. Ritornato in Italia ha conseguito il dottorato in linguistica presso l'Universita' Roma Tre. Ha pubblicato alcuni saggi su riviste di linguistica e realizzato traduzioni dall'inglese, lavorato come editor e copy e altro fino a dare vita assieme al fratello Francesco (ultima foto) a Fara Editore nel 1993. Ama fare trekking, i cibi e le lingue esotici.

 

Barbara Mondaini e' nata a Ravenna ed e' stata fin dall'inizio segretaria factotum di Fara Editore. E' anche la sua "memoria", il primo contatto con coloro che ci telefonano, la persona che puo' rispondere ad ogni curosiota' sulla nostra attivita' editoriale.
Oltre a leggere, si immerge nelle profondita' marine, ama viaggiare - anche sulla sua bici da corsa - e le piacciono gli spettacoli teatrali. Cibo preferito: gelato.

 

 

 


Francesco Ramberti e' nato a Santarcangelo di Romagna nel marzo 1963. ha frequentato il Liceo artistico di Ravenna e l'ISIA di Urbino dove ha incontrato il futuro socio Valter Toni. Suonava la chitarra in un complesso di cui faceva parte il concittadino Daniele Luttazzi. E' sposato e ha cinque figli.

grafica Kaleidon © copyright fara editore