Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo - fariani e kermesse
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

Potete ordinare i nostri libri a info@faraeditore.it con lo sconto del 15% (più 3 euro spese come piego o più 6 euro come posta1 per l'Italia) con bonifico a Edizioni Fara presso Romagna Banca Rimini Centro IBAN IT25 U088 5224 2020 3201 0045 062 indicando in causale numero copie e titolo del libro

Recensioni e segnalazioni

 

 

Roberto Morpurgo
Ondinotte
Fiabe per adulti mai stati bambini

€ 10,00 pp. 160 (Narrabilando 48) novembre 2020
ISBN 978-88-9293-011-7

Copertina di Dante Zamperini

Opera apprezzata al concorso Faraexcelsior dai giurati Stefano Martello e Claudio Fraticelli

Prefazione di Alessandro Ramberti

Sinora ho dedicato alla mia anima poche se pur devote pagine: ora intendo porre rimedio a quella menda, dicendone non tanto di più quanto forse di meglio o di più acconcio.
La dedicataria di queste mie note non esisterebbe affatto qualora io non gliele dedicassi: proprio come un’immagine – non già la sua ‘cosa’ – non esiste se nessuno si prende la gravosa briga – o si dà la dolce pena – di percepirla. O un sogno, se nessuno lo sogna. E, sebbene lei potrebbe pure offendersi per il fatto di averla io paragonata a un sogno (nel quale chissà mai avvertirebbe un’allusione all’inconsistenza stessa del ‘miraggio’) – ma potrei altrettanto bene aver detto ricordo, presagio, fantasticheria… – credo che infine troverà la forza, e certo l’onestà, di apprezzare questa mia odierna, rinnovata dedizione.

«Ho scritto queste pagine per gioco, e le ho chiamate fiabe invece per dovere. Il sottotitolo mi apparve subito – non appena considerai il mio modo di procedere (…) – parte organica del nome, come se uno dicesse per esempio John il Rosso, o Jack lo Squartatore.» (l’Autore)

«Preziose nella loro sintesi illuminante. Argute e commoventi come devono essere le fiabe.» (Stefano Martello)

«Lo sforzo di dedicare agli adulti la fiaba diventa una impresa “titanica”, tutta tesa ad aprire nuove dimensioni dove il simbolico non può evitare il confronto con la morale.» (Claudio Fraticelli)

Laureato in filosofia, Roberto Morpurgo ha pubblicato fra l’altro Pregiudizi della libertà I (aforismi, Joker 2006), L’azzurro del mare (poesie, Joker, 2007), El Djablo (racconti, Puntoacapo 2009), Pregiudizi della libertà I-II (aforismi, Puntoacapo 2010). Ha diretto per la scena e per la radio i suoi atti unici Tubor e L’Autoritratto (edito poi in volume da Falsopiano nel 2013 e poi ripubblicato per gli stessi tipi in Tre atti unici, 2018). Al teatro Tordinona di Roma ha allestito e diretto le sue pièces L’Isola (2008), Bogey (2009), L’Appello (2010), Pioggerellina nella stanza (2011), L’Intervista (2012). Ha vinto il concorso La vita in prosa 2012 con il racconto Muette, con il libro Pregiudizi della libertà I-II il Premio Città di Como 2015 e (ex aequo) il Premio Torino in sintesi 2016. Monte Conero è inserito come finalista nell’antologia Racconti Marchigiani (Historica Edizioni 2016). Nel 2018 ha realizzato per il Museo Tattile Omero di Ancona due spettacoli tratti da L’Autoritratto (andati in scena a Fabriano e in Ancona nella sala sperimentale del Teatro delle Muse). Con Fara ha pubblicato in antologia (La forza delle parole 2012 e Scelte vincenti 2013) diverse prose a cavallo tra saggio e racconto e in volume Lodola – insonnie e sortilegi (2017).

grafica Kaleidon © copyright fara editore