Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo - fariani e kermesse
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

vita che viene

Potete ordinare i nostri libri per mail a info@faraeditore.it con lo sconto del 15% (più 3 euro spese per l'Italia) ecco le coordinate bancarie: Edizioni Fara s.a.s. di Alessandro Ramberti e C. presso RomagnaBanca Rimini Centro IBAN IT25 U088 5224 2020 3201 0045 062

Recensioni e segnalazioni

Vincenzo D'Alessio

Gladys Basagoitia Dazza
El loto de la paz / Il loto della pace

€ 10,00 pp. 148 (Il filo dei versi 25)
ISBN 978 88 94903 10 2

copertina di Giacomo Ramberti

testo spagnolo a fronte
prefazione di Alessandro Ramberti

“nel giardino della mente / è sempre maggio” (Rose, p. 19): ogni autentica poesia nasce da un silenzio profondo, meditato e sapiente che accoglie il dolore (proprio e del mondo) e lo trasforma in energia luminosa, in musica… una medicina potente per distendere, purificare e illuminare le pieghe del nostro io di modo che sia disponibile con verità e simpatia al tu. Il poeta è uno spirito libero (“nessuno potrà mai cucirmi addosso / panni troppo stretti” ci ricorda Gladys in Grazie a te, p. 105), ma lo è veramente solo se si lascia ispirare, se si fa vaso umile, grembo generativo, antenna che capta il grido di chi non può nemmeno esprimere la propria sofferenza, farsi corpo inabitato dallo spirito che soffia ovunque: “e tu né detto né mostrato né visto / eppure sentiamo nel profondo la tua luminosa oscurità” (Luminosa oscurità, p. 93).

Gladys Basagoitia Dazza, biologa, è nata a Lima e vive a Perugia. Premiata più volte in Perú, Brasile e Italia, è stata pubblicata in Europa e nelle Americhe. Fra le opere: La zarza ardiendo, Peces ebrios (Premio J.M. Arguedas, Lima, Perú, 1969), Otra vez sobre el viento, L’infinito amore, Donna Eros, Selva invisibile, Polifonia, Acquaforte (Targa del Parlamento Europeo - Premio Anguillara Sabazia 2004), Mujer Eros, Rêverie (Premio Nuove Scrittrici 2005), Il colore dei sogni (in FaraPoesia, 2005), La carne / El sueño (finalista al Premio Montano 2008), Danza immobile (Premio Città di Marineo 2011, Premio Minerva Etrusca - Perugia 2011), Finestra cosmica (2012), la silloge trilingue, insieme alla poetessa Vera Lúcia de Oliveira, Radici, innesti, diramazioni (Perugia 2010), le reaccolte bilingui Océano de luz / Oceano di luce (Fara 2013, Premio Camaiore Internazionale 2014), Aurora del rinascere (Fara 2014), La via dell’arcobaleno (Fara 2015), L’empireo della rosa (Fara 2016). Narrativa: Il fiume senza foce (Premio Città di Salò 2009, Premio Prata P.U. 2009, Premio Anguillara Sabazia 2010). Ha tradotto poeti dall’italiano allo spagnolo e viceversa, soprattutto donne. Ha curato e tradotto Donna Carta di Musica (“Donne del mondo”, Perugia, 2005). Nel web: farapoesia, veraluciadeoliveira, donnemondo, casadellapoesia, filidaquilone e altrove.

Torna all'inizio

grafica Kaleidon © copyright fara editore