Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

Recensioni e segnalazioni

Fili d'aquilone

Liliana Ugolini

Maria Lenti («il grande vetro», marzo aprile 2008)

Marco Di Pasquale

Vincenzo D'Alessio

Glayds Basagoitia
La carne / El sueño

€ 12,00 pp. 168 (Sia cosa che)
ISBN 978-88-95139-25-9

testo castigliano a fronte

Selezionato al Premio Montano 2008

“Due mondi in lotta / le perverse incantevoli cugine / ognuna vuole il predominio / palabras parole”… questi versi aprono la sezione «Dire l’indicibile» e ci introducono nella poetica di Gladys Basagoitia: fare delle parole un ponte fra la cultura sudamericana e quella italiana (e il testo a fronte ci rivela comunanze e differenze, anche nella musicalità dei versi, fra queste “cugine”), fra le ragioni del corpo e quelle del cuore (“dialoga la mente con la carne”, p. 57), fra la parola e il silenzio che la genera (“l’anima del silenzio respira nelle parole”, p. 27), fra espressione e senso/sentimento che pur nella sua imprendibilità viene con forza evocato (“dire anche l’indicibile alzare le mie note”, p. 21). La poesia rende dunque possibile costruire questo ponte per “… rivelare / la vita intensa dell’invisibile” (p. 23) ed è assolutamente necessaria in quanto “tutto ciò che non scrivo / in me è un violino che piange” (p. 25). Questa raccolta è costellata di immagini memorabili: “i pensieri sono rondini in fuga” (p. 31), “voci della notte incendiano il buio” (p. 43), “sete di stelle i glicini” (p. 47), “mi riconcilio con i tatuaggi del tempo” (p. 51), “pianto cupo di neve infangata” (p. 59), “coltivo orchidee allucinate” (p. 77) … ed è anche una mappa pulsante di vita (“la carta prese le dimensioni del sogno / perfino l’inchiostro ne fu emozionato”, p. 119), il diario di un cammino “per conosceretutti i paesi dell’anima” (p. 103), un Mandala (p. 53) che è “canto mistero preghiera”. A dispetto e oltre la sofferenza della carne, Gladys “conserva intatti sogni / entusiasmo emozioni meraviglia” (p. 81), ci offre “mani tese e braccia aperte / per baciare il cuore degli incontri / vivendo in una vita mille vite” (p. 101) e ci ricorda che i sogni “sono l’energia della speranza” (p. 147).
Questi cenni sono solo un invito alla lettura de La carne / El sueño che la prefazione di Mariella Bettarini e la postfazione di Antonio Melis ci aiutano ad assaporare nelle sue variegate e intense sfaccettature.

Gladys Basagoitia Dazza, peruviana con cittadinanza
italiana, vive a Perugia. Biologa, poeta bilingue, performer, traduttrice. Premiata più volte in importanti concorsi nazionali e internazionali, le sue poesie sono state pubblicate in America Latina, negli Stati Uniti, in Portogallo e in Italia, dove appaiono in importanti antologie. Tra i suoi numerosi libri: Peces Ebrios, Premio J.M. Arguedas 1969 Perú, L’infinito amore 1986, Donna Eros 1992, Il sorriso del fiume 1995, Selva invisibile 1997, Polifonia 2000, Mujer Eros 2001, Acquaforte 2003 (FaraEditore, Targa del Parlamento Europeo), Aguafuerte 2003, Rêverie (Premio Nuove Scrittrici 2004). In Farapoesia è stata inserita la plaquette “Il colore dei sogni” (Fara, 2005).

Torna all'inizio

grafica Kaleidon © copyright fara editore