ilAlessandro Zaffini - Concerto inutile - poesie - vincitore Narrapoetando
Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo - fariani e kermesse
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

Potete ordinare i nostri libri a info@faraeditore.it con lo sconto del 15% (più 3 euro spese per l'Italia come Piego di libri o 6 euro come Posta1) con bonifico a Edizioni Fara presso RomagnaBanca Rimini Centro IBAN IT25 U088 5224 2020 3201 0045 062 indicando in causale titolo e numero di copie

Recensioni e segnalazioni

Alessandro Zaffini
Concerto inutile

Opera vincitrice al Narrapoetando

Foto in copertina di Alessandro Zaffini

€ 10,00 pp. 104 (Spiccioli 15) aprile 2021

ISBN 978-88-9293-022-3

Fu difficile tornare tra i vivi / quindi di urto in urto imparai l’affetto. // Ora vago oltre il tempo che mi diedi / senza maestri, soffrendone come / soffre la crisalide / rotta.

Mentre la terra sgretola all’ennesimo spavento / e con essa questi anni e un altro / me stesso bozzato a fatica / vorrei soltanto che il cervello sapesse / come una bolla d’aria nel ghiaccio / serbare intatta una particola / vana, una trincea / di serenità.

«… se chi gioca in casa di solito è favorito, e premesso che la ‘casa’ in cui viviamo (fuori di metafora: la realtà lavorativa capitalistica, vista come precarizzante, anti-biologica e depressiva) appartiene irreversibilmente ad altri (potremmo dire, genericamente, al potere), allora siamo destinati non solo ad essere sempre ospiti, o utenti nel caso peggiore, e ad avere quindi scarsa possibilità di manovra, ma a trovare sempre l’1 sulla schedina della nostra breve esistenza, in altre parole, a perdere.» (dalla Prefazione di Riccardo Deiana)

Il nome di Alessandro Zaffini (Sassocorvaro, PU, 1988) si perde nella leggenda: protagonista del poema Urbineide (Raffaelli 2017) di messer Brunetto da Foggia, dottore nella città ducale e terrore del Nordest italiano sotto le spoglie del cantacose Giumara, a lui sono attribuiti due famigerati volumi: Le api marce (Sigismundus 2013) e Scordare il copione (Fara 2018), nonché Senza rumore (Alka 2019), un CD registrato con la band Giumara & The PinkNoise. Durante la pandemia sarebbe caduto in estasi nel suo scantinato… da allora un disco (Il regno vegetale) resta sepolto con altri segreti in attesa di spedizioni archeologiche.

Torna all'inizio

 
grafica Kaleidon © copyright fara editore