Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo - fariani e kermesse
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

Potete ordinare i nostri libri a info@faraeditore.it con lo sconto del 15% (più 6 euro spese con spedizione veloce in Italia) con bonifico a Edizioni Fara presso RomagnaBanca Rimini IT25 U088 5224 2020 3201 0045 062

Recensioni e segnalazioni

Ivano Mugnini
Giuseseppe Vetromile - Transiti poetici
Fabrizio Bregoli
Patrizia Baglioni su Les fleurs du mal
Italian poetry page
Tra cima e fondo
Limina mundi
Licenza Poetica
Versolibero
Renzo Montagnoli su Arte insieme
Antonio Spagnuolo su Poetrydream

 

Donatella Nardin
The green eye of the fields
L’occhio verde dei prati

versione inglese a fronte di Ivano Mugnaini

13,00 pp. 144 (Vademecum 53), aprile 2023
ISBN 978-88-9293-031-5

Copertina di Dante Zamperini
Testi selezionati dal concorso Narrapoetando

Nota introduttiva di Carla De Angelis
Postfazione di Riccardo Deiana

Videopoesia interpretata da Rodolfo Vettor

2° Premio Concorso Albiatum 2023

Primo premio alla VI ed. del Premio Il sabato nel villaggio organizzato dal Centro Studi Atlantide e Premio Il Plauso della Giuria alla videopoesia incipitaria 

Tre poesie tratte dalla silloge sono state premiate nella Sez. Poetry Collection Award del National Literature Prize Zheng Nian Cup – Cina

Premio Encomio di Eccellenza alla X ed. del Premio Internazionale Città del Galateo-Antonio De Ferraris 

La poesia incipitaria che dà il titolo alla silloge ha ricevuto la Menzione di Merito al Premio L’Azalea 2023

L’occhio verde dei prati, risvegliato, / fa nido bevendo la nuda / chiarità del mattino / come le vite care appese alle finestre / del loro infinito mancare, / come il biondosole, amore riverso / tra le scapole azzurre rotte / da assenze, commiati, afasie. / Ringraziare ogni risveglio che sia / sassopietra o nuvolafiore,/ nell’attimo essere immensamente /grati – ai prati, al mondo, fosse / pure ai respiri affannati – / prima che il verde esca dagli occhi / come le vite care divenute / allo sguardo pura nostalgia.

Donatella Nardin è nata e risiede a Cavallino Treporti (VE). Dopo gli studi classici, ha lavorato nel settore turistico. Sue poesie e racconti, premiati in numerosi concorsi letterari, sono stati inseriti in antologie di diverse case editrici (LietoColle, Empiria, La Vita Felice, Puntoacapo, Terre d’ulivi…), in alcune riviste anche straniere, in siti web e lit-blog. Alcune sue liriche sono state tradotte in inglese, francese e giapponese. In poesia ha pubblicato: con Il Fiorino la silloge In attesa di cielo e la raccolta di haiku Le ragioni dell’oro; con Fara Terre d’acqua e Rosa del battito. Sue sillogi sono state di recente premiate e inserite nei volumi: L’altra metà del cielo Ibiskos Ulivieri 2021), Distanze obliterate (Puntoacapo 2021) e Premio di Poesia Città di Mestre 2022 (Mazzanti Libri). In uscita la raccolta poetica Il dono e la cura (Aletti Ed.) con versione in arabo di Hafez Haidar.

grafica Kaleidon © copyright fara editore