Logo Fara Editore Fara Editore

L'universo che sta sotto le parole
home - fara - catalogo - fariani e kermesse
Titolo Schede
presentazione - argomenti - autori e titoli - librerie

intervista di Vlatko Simunovi? (Montenegro)

Recensioni e segnalazioni

Il Convivio lug-set 08 (Enza Conte)
Intervista in Exitime (agosto 2008)
Glas Istre 13-3-08
il manifesto 6-3-08 (Francesco Mazzetta)
Exitime 3 2008
Il SegnaLibro
Il Molinello 2008
ildialogo.org
caffesarajevo

 

 

 

Drazan Gunjaca
Buona notte, amici miei

15,00 pp. 304 (Sia cosa che)
ISBN 978 88 95139 23 4

Vincitore del Concorso Internazionale di Letteratura
Fortezza di Castruccio 2008

Premio speciale targa Il molinello 2008

Vincitore della XX edizione del premio Nuove Lettere

III premio Città di Salò v. anche qui

«I personaggi di Drazan sono tutti mutilati, senza eccezioni. Feriti e mutilati dalla dissoluzione del Paese in cui vivevamo tutti insieme, da una sporca guerra, e da una vita non meno sporca nel dopoguerra.
La vita va avanti: ma come? L’odierna generazione di quarantenni (si trovino al momento in Serbia, in Croazia, nel Montenegro, in Bosnia ed Erzegovina o siano emigrati) è realmente una “generazione persa” – ma
non in quello stile parigino, elegante e nobile degli anni Venti e Trenta del secolo scorso. Per sfortuna. (…) Dal punto di vista temporale e territoriale, il nuovo romanzo di Drazan Gunjaca appartiene a questa cosiddetta “generazione persa”, ma giudicandolo più realisticamente, lo si potrebbe paragonare meglio alla letteratura che nel secolo scorso ci ha dato E.M. Remarque. La pace della quale “nessuno è contento”,
poi la guerra che “nessuno ha iniziato” e “in cui nessuno ha vinto”… poi nuovamente la pace… Una pace triste, penosa e infelice nella cosiddetta “libertà ed indipendenza”. Gli eroi di Drazan cercano disperatamente, con le mani e i piedi, con le unghie e i denti, di tirarsi fuori dal fango nel quale sono stati gettati dalle circostanze “storiche”, da qualsiasi parte dell’ex Paese vengano.» (dalla postfazione di Dusan Gojkov)

Drazan Gunjaca è nato il 7 ottobre 1958 a Sinj, in Dalmazia, dove termina la scuola dell’obbligo. Conclusa l’istruzione militare a Spalato, serve per una decina di anni nell’ex marina militare jugoslava. Nel frattempo si
laurea in Giurisprudenza a Fiume e poi abbandona le armi. Da più di dieci anni è un avvocato di successo a Pola. Con Fara ha pubblicato la pièce drammatica
Roulette balcanica e il grande romanzo Congedi Balcanici. Per la ricca bibliografia e i numerosi riconoscimenti letterari si rimanda al sito www.drazangunjaca.net

Torna all'inizio

grafica Kaleidon © copyright fara editore